Gabriella Benedini - I TEMPI DEL CIELO

4 novembre 2017 - 20 gennaio 2018

Spazio, suoni, arte e mito ne “I tempi del cielo”
di Gabriella Benedini

Riparte la stagione espositiva della Collezione Paolo VI - arte contemporanea:protagonista di quest’autunno sarà Gabriella Benedini, artista cremonese di nascita, ma milanese d’adozione, che porterà a Concesio una mostra dal titolo“I tempi del cielo”.L’esposizione – curata da Paolo Bolpagni e Paolo Sacchini – sarà inaugurata sabato 4 novembre alle 17.30 e resterà aperta fino al 20 gennaio 2018.
“A conclusione del percorso di mostre avviato con il maestro Trento Longaretti e proseguito con Daniele Salvalai (vincitore della prima edizione del “Premio Paolo VI per l’arte contemporanea”), siamo molto felici, di poter ospitare in museo un’artista importante come Gabriella Benedini, prota-gonista di assoluto rilievo dell’arte italiana degli ultimi decenni” - spiega GiovannimariaSeccamani Mazzoli,presidente dell’Associazione Arte & Spiritualità, l’ente gestore del museo.

“I tempi del cielo” propone al visitatore un’esperienza immersiva nel mondo poetico di Gabriella Benedini, i cui principali temi ispiratori – spazio, tempo, suono, viaggio, mito, memoria, mi-stero – vengono condensati in un’installazione di notevole impatto e allo stesso tempo delicatissima nella lettura ravvicinata delle sue singole componenti. Il visitatore ha la sensazione di essere entrato “in qualcosa” non appena percorre la scalinata del museo: libri che si ergono lievi nel loro lirico respiro, su esili leggii, mappe cosmologiche che scandiscono il tempo dell’anima, disegni dalla grafia di fogli musicali e una lunga linea scura che narra di una mitica ancestrale navigazione.

“Non si può fare arte senza porsi domande; sono domande silenziose, sono il bisogno di orientarsi nei confronti della finalità dell’opera,che per me non è stata mai formale. Che cosa faccio io? Come mi colloco nel mio tempo? - spiega l’artista Gabriella Benedini - I titoli di miei lavori precedenti, come Storie della terra-mutazioni, Rimescolare il tempo e Costellazioni sono indi-cativi. La religione, i miti e l’arte fanno parte della nostra storia, tra fisicità e trascendenza, fra terra e cielo, un bisogno che si esprime nella preghiera come nell’arte».
“Il lavoro di Gabriella Benedini è davvero denso di “domande” sull’universo e sul senso stesso dell’esistere – commenta Paolo Sacchini, direttore della Collezione Paolo VI - arte contempora-nea- Il primo impatto con le sue opere è, inevitabilmente, visivo: si coglie tutta la qualità altamente scenografica di lavori piccoli e grandi che si condensano in un’unica, grande installazione. Ma av-vicinandosi, il visitatore viene naturalmente condotto ad aguzzare tutti i sensi, compreso il sesto, in particolare gli strumenti musicali e gli spartiti suggeriscono risonanze delicate e intense.”

Dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12 e dalle 15 alle 17; il sabato dalle ore 14 alle 19; domenica e lunedì chiuso.
Biglietto unico d’ingresso: € 2,00


Info e contatti:

Collezione Paolo VI - arte contemporanea
Via Marconi,15 Concesio (Brescia)

+39 030 21.80.817
info@collezionepaolovi.it
www.collezionepaolovi.it